Associazione Italiana Insegnanti di Geografia
sez. Emilia-Romagna


Archivio 2008

01-01-2008 : Circolare Gennaio 2008                                                                                 .

OGGETTO: • Attività dell’anno • Rinnovo quote sociali

link alla pagina web

Archivio 2007

08-03-2007 : CITTA’ STORICA CONTEMPORANEA di Piero Orlandi

La lezione conferenza si terrà il giorno 8 marzo 2007, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso la Sede di Geografia, via Guerrazzi, 20, Bologna Città storica contemporanea è il possibile titolo di un programma di lavoro per le istituzioni pubbliche che si occupano della gestione delle aree urbane. La cultura architettonica e urbanistica italiana ha dibattuto a lungo, tra gli anni sessanta e gli anni ottanta, sul problema del rapporto tra architettura moderna e contesti storici. Alla fine le due posizioni (schematicamente identificate in innovatori e conservatori) parvero aver trovato una sorta di armistizio, quando fu chiaro, anche da altri esempi europei, che il progetto contemporaneo poteva e doveva essere inteso come uno strumento valido per la valorizzazione e la conservazione dell’antico e non solo come una minaccia per la sua integrità. La nostra regione, per sua cultura e tradizione, sembrò accettare il patto, scegliendo però di darne un’interpretazione particolarmente prudente e orientando comunque i nuovi interventi al massimo senso di continuità e devozione rispetto alle preesistenze. Negli ultimi tempi però la vecchia contrapposizione è sembrata riacutizzarsi. Sono infatti numerosi in regione i casi che hanno provocato discussioni accese fra i fautori della conservazione e chi ritiene che nei tessuti storici gli interventi architettonici attuali non debbano mascherarsi dietro linguaggi neo o pseudotradizionalisti. Gli esempi sono molti. Ma ormai sembra più utile, piuttosto che evidenziare le contrapposizioni, aprire una riflessione sulla città storica in termini di integrazione con quanto di nuovo si è manifestato a livello demografico, sociale, di linguaggi artistici e disciplinari e preparare gli strumenti per una discussione sull’argomento prive di pregiudizi e zone grigie, capace di dare a chi deve impegnarsi sul campo nelle politiche di trasformazione e riqualificazione dati e strumenti aggiornati, non viziati dagli schieramenti e dalle contrapposizioni di vent’anni fa. Piero Orlandi, architetto, dirige il Servizio Beni Architettonici e Ambientali dell’Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali. Dagli anni Ottanta è impegnato a sviluppare le politiche regionali nei settori della casa, della riqualificazione urbana, della qualità architettonica e paesaggistica del territorio.


01-03-2007 : PAESAGGI RUBATI di Nino Criscenti

conferenza con proiezione di un’antologia di 60’dall’inchiesta in 6 puntate trasmessa da Rai Tre tra giugno e agosto 1999 1 marzo 2007, dalle ore 11.00 alle ore 14.00 presso la Sede di Geografia, via Guerrazzi, 20, Bologna Un’inchiesta sull’immagine del nostro paese. C’è un’Italia irrimediabilmente perduta e c’è tanta bellezza assediata. Si possono ancora inquadrare meravigliosi panorami nelle città e nella campagna, fingendo però di non vedere quello che c’è fuori dell’inquadratura. Noi non abbiamo finto, ci siamo anzi spinti deliberatamente al di là dello spazio panoramico. Abbiamo spostato l’obiettivo della telecamera non per il gusto di mettere in campo la macchia, il mostro dietro l’angolo, ma per ricostruire le vicende dei luoghi. In questo senso Paesaggi rubati è un programma di storia del nostro paese attraverso la storia di alcune immagini del territorio e della loro percezione lungo gli ultimi decenni, dall’indifferenza e dalla tutela negata alla riscoperta del paesaggio come cultura e risorsa (Nino Crescenti). Giornalista e autore televisivo Nino Criscenti è stato inviato di TV7, Curatore di "Tam Tam", capo redattore di "Linea diretta", capo struttura a Rai Tre, vicedirettore di Rai Uno, condirettore di Rai Due. Autore di inchieste e reportages, ha contribuito alla progettazione di numerose trasmissioni, da "Uno Mattina" a "Milano, Italia" a "Quelli che il calcio" e ha firmato diversi programmi di informazione culturale. Dal 2002 è impegnato in un ampio progetto editoriale di documentazione visiva del patrimonio storico-artistico italiano, regione per regione, per il canale SAT 2000.


22-02-2007 : PAESAGGI E IDENTITA’ CULTURALI di Giorgio Mangani

La lezione conferenza si terrà il giorno 22 febbraio 2007, dalle ore 11.00 alle ore 14.00 presso la Sede di Geografia, via Guerrazzi, 20, Bologna Partendo dalle riflessioni recentemente pubblicate su Cartografia morale. Geografia, persuasione, identità (Modena, Franco Cosimo Panini Editore, 2006), la conversazione esaminerà il rapporto profondo e viscerale storicamente intercorso tra la percezione del paesaggio e la costruzione delle “identità culturali”. Il paesaggio, inteso come sistema di significati sovrapposti e agganciati ai luoghi, attraverso le narrazioni, le emozioni e le percezioni, funziona come sistema di trasmissione di “identità” di generazione in generazione, e, come tale, è soggetto alla influenza di chi ha interesse a radicare e diffondere valori e modelli di comportamento. In altre parole, il paesaggio (reale e percepito) funziona come un sistema persuasivo. La relazione analizzerà la nozione di parergon della tradizione figurativa europea e la sua relazione con l’affermazione, nel XV-XVI secolo, della pittura di paesaggio, delle vedute urbane e delle prime cartografie. Lo sviluppo concettuale e l’affermazione del sentimento del paesaggio (oggi posto al centro delle politiche di conservazione e valorizzazione paesistica dalla Convenzione europea del paesaggio) coincidono e tradiscono storicamente l’affermarsi del sentimento dell’identità sociale e collettiva, il radicarsi dell’idea di “comunità sociale” e urbana, ma coincidono anche con la nascita dell’autopercezione del Sé come entità autonoma, con lo sviluppo, in definitiva, del senso dell’identità individuale moderna. Giorgio Mangani si occupa da molti anni di storia del pensiero geografico e di storia della cartografia. E’ consulente culturale di diverse istituzioni pubbliche e di fondazioni culturali, dirige la casa editrice Il Lavoro Editoriale di Ancona e il Sistema Museale della Provincia di Ancona, insegna (a contratto) Geografia economica e politica alla Facoltà di economia “Giorgio Fuà” di Ancona. Ha pubblicato studi sulla storia della cartografia (Il “mondo” di Abramo Ortelio. Misticismo, geografia e collezionismo nel Rinascimento dei Paesi Bassi, Modena, Panini, 1998, rist. 2006; Il disegno del territorio. Storia della cartografia delle Marche, Ancona, il lavoro editoriale 1998 (con Fabio Mariano); Cartografia morale. Geografia, persuasione, identità, Modena, Panini, 2006) e sulla teoria del paesaggio.


15-02-2007 : STRUMENTI, RISORSE E METODOLOGIE PER LA RICERCA BIBLIOGRAFICA ONLINE di Vincenzo Verniti

Il seminario ha come obiettivo l’illustrazione degli strumenti, delle risorse e delle metodologie per la ricerca bibliografica online nel contesto accademico bolognese, con particolare riferimento alle discipline geografiche. Il seminario si terrà il giorno 15 febbraio 2007, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso la Sede di Geografia, via Guerrazzi, 20, Bologna Vincenzo Verniti lavora dal 1989 presso il Centro Interbibliotecario (CIB) dell'Università di Bologna ed e' responsabile nazionale del Catalogo Italiano dei Periodici ACNP. Svolge regolarmente attività di docenza nei corsi di formazione per i bibliotecari delle varie università italiane e ha partecipato, in qualità di relatore, a numerosissimi convegni e seminari in Italia e all'estero. Si è occupato delle metodologie della ricerca bibliografica in cartografia e nelle discipline ambientali.

Archivio 2006

25-03-2006 : Il MIUR a Docet 2006 (Bologna, 25-28 marzo 2006)

Il MIUR partecipa anche quest’anno a DOCET, la rassegna italiana di idee e materiali per la didattica, aperta a Bologna dal 25 al 28 marzo, presso il Quartiere fieristico.Nell'ambito di questa quarta edizione della manifestazione, la Direzione generale per la Comunicazione, in collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale per l'Emilia Romagna, ha previsto la realizzazione di convegni e workshop anche a carattere internazionale.Presso il Padiglione 33, a cui si accede dall’ingresso principale del quartiere fieristico, in viale Aldo Moro, è stato allestito uno spazio espositivo dove saranno disponibili le pubblicazioni realizzate in questi ultimi anni da scuole, Direzioni scolastiche regionali, CSA e uffici centrali del MinisteroAll’interno dello stand è stata predisposta una sala dove si terranno i worshop dedicati all’approfondimento delle tematiche emergenti nel mondo della scuola.Nelle “Tecnoclassi” sarà data visibilità e spazio adeguato ai progetti di scuola che fanno uso delle più avanzate tecnologie informatiche, tema centrale di Docet 2006.Il convegno di apertura verte sul tema Emilia-Romagna 2006: una scuola tra autonomia ed equità ed è organizzato dall’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia-Romagna.È previsto il diritto di esonero per il personale ispettivo, dirigente e docente della scuola di ogni ordine e grado autorizzata dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca con circolare Prot. Uff. IV/3519 del 18/10/2005.Convegno di aperturaPadiglione 33 Sala Blu sabato 25 marzo ore 11-13EMILIA-ROMAGNA 2006: UNA SCUOLA TRA AUTONOMIA ED EQUITÀ Lucrezia Stellacci, Direttore generale USR Emilia-RomagnaMariangela Bastico, Assessore Regione Emilia-RomagnaFranco Frabboni, Università BolognaGiorgio Allulli, Esperto ISFOLLuisa Ribolzi, Università di GenovaArnaldo Spallacci, Ricercatore, BolognaCoordina Giancarlo Cerini, Dirigente USR Emilia-Romagna Padiglione 34 sala verde sabato 25 marzo 9.45-13 Cliccare sul link sottostante per scaricare l'invito

link alla pagina web


27-02-2006 : IL CIELO IN UN'AULA

Anche quest'anno Scuolambiente, con "Il cielo in un'aula", propone la rassegna dei progetti e delle proposte di educazione ambientale realizzate dalle scuole di Bologna e provincia. Dal 27 febbraio al 3 marzo saranno "in mostra", nei locali di Palazzo Re Enzo, oltre 50 progetti realizzati grazie all'impegno di circa 300 classi delle scuole di ogni ordine e grado della nostra provincia. Undici di questi progetti saranno premiati con borse di studio, di 500 E. ciascuna, assegnate dalla Fondazione Villa Ghigi con il "Premio Delfino Insolera". Il programma della rassegna "Il cielo in un'aula" - si arricchisce quest'anno grazie ad una serie di appuntamenti (work shop tematici ad iscrizione) e ad un incontro che ha per argomento di discussione e confronto "La cultura della sostenibilità".

Archivio 2005

29-11-2005 : 16.mo Festival Internazionale di Geografia - Saint-Dié-des-Vosges (Francia)

link alla pagina web


15-11-2005 : 1° Circolare

All'indirizzo seguente troverete la prima circolare dell'Associazione

link alla pagina web


14-04-2005 : L'AIIG a Docet Fiera (Bologna)

Anche quest’anno nelle giornate dal 14 al 17 aprile 2005 l’AIIG (www.aiig.it) ha partecipato a Bologna alla terza edizione di DOCET (www.docet.bolognafiere.it), manifestazione dove sono state presentate le ultime novità del mercato editoriale (librario e multimediale), dell'offerta di e-learning, di tecnologie per la didattica, di arredi scolastici e per parchi gioco, di sussidi didattici e materiali per le attività creative e psicomotorie. Essa è ormai la vetrina del mercato scolastico nazionale dedicata alle idee e ai materiali per la didattica, promossa a Bologna dalla Fiera del Libro per Ragazzi, in collaborazione con Motoridimpresa. La sezione AIIG Emilia-Romagna (www.dse.unibo.it/aiig) ha curato un stand grazie alla partecipazione di P.Dagradi con i giovani dottorandi di geografia e soci iuniores del Dipartimento di Scienze Economiche dell’Università di Bologna (M.Buzzi, L.Masotti, E.Magnani, S.Piastra, F.Pistocchi), nonché tutti i responsabili della sezione regionale. Non è mancato un significativo afflusso di docenti, proveniente da ogni parte d’Italia, interessati alla disciplina geografica ed al contributo che può offrire la nostra Associazione al suo insegnamento ed alla sua valorizzazione. A conferma di ciò anche il Miur (www.istruzione.it) nel suo spazio espositivo ha organizzato, grazie all’impegno di S.Cigni Perugini e M. L. Savino, un workshop-seminario, dedicato all’insegnamento della Geografia (16 aprile 2005), per ribadire il ruolo fondamentale di questo magi-stero nell’educazione e nella formazione dei giovani. Al seminario dell’insegnamento della Geografia hanno partecipato in qualità di relatori G. Spinelli (ordinario di Geo-grafia economica Università di Roma "La Sapienza"), F. Dallari e L. Arena, (AIIG-sezione Emilia-Romagna), insieme a B. Menegatti (Presidente onorario AIIG-sezione Emilia-Romagna). Il dibattito è stato un momento di discussione vivace e di approfondimento sulle tematiche legate all'educazione e alla didattica della geografia, a cui hanno partecipato con molto interesse ed entusiasmo i docenti di ogni ordine di scuola presenti.